Emergency Difficulty Adjustment

Emergency Difficulty Adjustment

Algoritmo di aggiustamento della difficoltà di mining utilizzato da Bitcoin Cash. Al lancio di Bitcoin Cash il 1 agosto 2017, i supporter della nuova moneta sapevano che avrebbero avuto poco hashrate a sostegno del fork e che la catena avrebbe quindi impiegato mesi o anni per avere un ritmo di creazione dei blocchi sufficiente, motivo per cui era necessario un aggiustamento veloce della difficoltà. Il mining dei blocchi Bitcoin Cash sfrutta la stessa funzione di hashing SHA256 di Bitcoin, perciò i miners possono spostare potenza di calcolo dalla catena Bitcoin a quella Bitcoin Cash. L’EDA ha permesso la nascita e sopravvivenza della catena BCH, ma si è poi rivelato inadeguato per via del rimbalzo di potenza di calcolo fra la catena Bitcoin e quella Bitcoin Cash, a seconda di quale catena fosse più profittevole in un dato momento, in base cioè al prezzo cui venivano scambiate le due monete sugli exchange e alla difficoltà di mining delle due catene (per ulteriori informazioni, si veda la parte finale di questo articolo: http://www.albertodeluigi.com/2017/09/01/bitcoin-vs-bitcoin-cash/). Il 13 novembre 2017 un hard fork su Bitcoin Cash ha modificato l’EDA, prefiggendosi di regolare la difficoltà per ottenere meglio un intervallo di blocco medio di 10 minuti. Il nuovo algoritmo aggiorna rapidamente la difficoltà quando vi sono modifiche repentine dell’hash rate, pur evitando cambiamenti improvvisi di difficoltà nel caso in cui la potenza di calcolo rimanga stabile.

« Back to Glossary Index

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *