Merkle Tree

Merkle Tree

Per inserire le transazioni nel blocco, i minatori partono dagli id delle transazioni (txid), ciascuno dei quali rappresenta l’hash di tutte le informazioni inerenti una singola transazione. I txid sono accoppiati due a due, creando un hash per ogni coppia di transazioni. Ogni hash viene poi accoppiato con un altro hash, creando un hash figlio dei due hash precedenti, e così via finché non si arriva a un unico hash. In caso di numeri dispari un hash viene processato con una sua copia identica. Questo procedimento può essere rappresentato come un albero – il cosiddetto Merkle tree – dove le foglie sono le transazioni txid, i rami (biforcuti) gli hash intermedi e la radice l’hash finale, prodotto di tutti gli altri hash: la Merkle root. L’hash finale è come l’ultimo di una stirpe e porta con sé il “DNA” di tutti gli hash precedenti. Grazie alla struttura del Merkle tree, non è necessario conoscere tutte le transazioni incluse in un blocco per verificare che una singola transazione ne faccia parte, è invece sufficiente seguire un particolare ramo che collega una foglia (una transazione) alla merkle root, vedi come al seguente link:

Merkle tree: verifica di una transazione nel blocco

Per approfondimenti sulle transazioni e la sintetizzazione in un unico merkle root, segui il presente link:

Transazione Bitcoin

« Back to Glossary Index

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *