È nata Bit-lizard, il nuovo asset digitale su Colored Coins2 minuti

Come sapete, Bit-lizard è la mascotte del blog, ma ora è anche una nuova MONETA!
Proprio così, la trovate a questo LINK SU COLORED COINS.

A dire il vero, dell’esistenza di Bit-lizard come moneta, per il momento, ci interessa molto poco. È invece interessante comprendere cosa sia COLORED COINS e cosa significa creare una nuova moneta o un nuovo asset digitale.

Come sappiamo, è possibile creare transazioni sulla Blockchain dei Bitcoin che contengano informazioni aggiuntive oltre a quelle basilari necessarie a qualificare una transazione bitcoin come tale (ovvero mittente, destinatario, quantità di bitcoin trasmessa, data e ora, ecc.).

Come spiegato al paragrafo 3.3 della pagina dedicata a questo tema su mio blog, tale funzionalità può essere utilizzata per rimpiazzare in modo quasi gratuito i servizi notarili, o sostituire una qualsiasi parte terza che si ponga necessariamente come garante della stipula di un contratto (funzione per lo più oggi svolta dallo Stato). Infatti quanto viene scritto sulla blockchain rimarrà per sempre e anche un’apocalissi nucleare difficilmente sradicherà ogni nodo che ha salvato in locale la blockchain.

Ma cosa c’entra la nuova moneta Bit-lizard? Ebbene, sulla Blockchain è possibile caricare qualsiasi tipo di dato, quindi un’azienda qualsiasi, ad esempio la fittizia “Bit-lizard S.p.a.”, potrebbe utilizzarla come registro ufficiale dei propri azionisti. Quando emette un nuovo pacchetto di azioni, carica sulla Blockchain una nuova transazione di pochi satoshi in cui viene specificato come “informazione aggiuntiva” il numero di azioni emesse. Chiunque potrebbe acquistarle, pagando (in bitcoin, ma anche valuta fiat) affinché si crei una nuova transazione sulla blockchain in cui è specificato che parte delle nuove azioni emesse sono passate al nuovo “azionista”.

Coloredcoins.org ci semplifica il lavoro, permettendoci di creare con pochi click il nostro asset o la nostra moneta, specificandone le caratteristiche (ad esempio se la quantità è immutabile o possono essere emessi altri asset), chi è l’ente emettitore o chi sono i proprietari originari dell’asset emesso.

Rivoluzione digitale: mode on.

Cattura

 

 

 

Share this page:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *